Link su cui trovare i libri dell'autrice (Libreria one line Amazon-Autori indipendenti)

 

https://www.amazon.it/Libri-CATERINA-MAZZITELLI/s?i=stripbooks&rh=p_27%3ACATERINA+MAZZITELLI

Ebook "Ninì" gratuito dal 13/04 al 17/04/2019

 

https://www.amazon.it/Nin%C3%AC-Caterina-Mazzitelli-ebook/dp/B07QDGC7SZ/ref=sr_1_3?qid=1555139213&refinements=p_27%3ACATERINA+MAZZITELLI&s=books&sr=1-3

Ebook Gratuiti

 

"Alta Velocità" , dal 19 aprile al 21 aprile.

"La Ragazza e la Ciacola" dal 17 aprile al 21 aprile.

"Tanino" dal 19 aprile al 23 aprile. 

Saggistica: "Lettera ad un Collega I", dal 24 al 28 aprile; "Lettera ad un Collega II" e "Lettera ad un Collega III" dal 5 al 9 maggio.

Saggistica: " Commenti Sul Pensiero di Rosario Livatino" ( tratto da comunicazioni con i colleghi sulla lista ANM "dal 10 al 14 maggio .

Saggistica: " Magistratura Divisa" dal 15 al 19 maggio.

Saggistica: "Il Programma di un candidato ideale " dal 20 al 24 maggio.

Saggistica : " Magistratura e Potere Politico" dal 27 al 31 maggio.

Saggistica: " Raccolta ( dal sito www.narrativae saggistica.it ") dal 5 al 9 giugno.

Narrativa: " Racconti (I)" dal 1 al 5 giugno.

 

Ebook "Il Sito dei Piccoli" gratuito dal 14/04 al 18/04/2019

 

https://www.amazon.it/dp/B07QLFTRQT/ref=mp_s_a_1_14?qid=1555194131&refinements=p_27%3ACATERINA+MAZZITELLI&s=books&sr=1-14

Blog dei lettori

 

Il sito è sempre stato aperto ai commenti, che peraltro non sono giunti, salvo due eccezioni.

Gli autori indipendenti sono liberi e non soggiaciono a imposizioni editoriali. Il fine di lucro è di fatto azzerato. Deve prevalere, per la sottoscritta, la trasmissione dei contenuti e le finalità di comunicazione rivolte al bene in senso lato. Il sito è diventato tutt'altro rispetto ai siti degli autori. Ho espresso ed esprimo quanto viene dalla mia esperienza e dal mio modo di sentire. Chiunque vorrà confrontarsi o esprimere un giudizio sarà ben accolto . Lo farò compatibilmente con gli impegni personali, di carattere lavorativo, ma non lascerò indietro nessuno...almeno spero. cm

La lettura dei propri scritti è fondamentale

 

essere letti...l'aspirazione di ogni scrittore ai primordi...

il pubblico ama le letture scorrevoli ...ecco la preferenze per tutto ciò che si accosta alla pura narrativa..

ma "dire" implica anche affrontare temi difficili...

forse il miglior approccio è quello indiretto... 

Saggistica

 

sono temi pesanti ? riservati ai soli operatori dello specifico settore ? 

per ora non li ripropongo anche se sono sul sito...

la saggistica sulla giustizia è d'interesse generale ma forse il linguaggio è ostico...anche se ho tentato di avvicinarmi ad un pubblico vasto...

sarebbero importanti delucidazioni del pubblico...

Grazie per l'incoraggiamento

 

E' un incoraggiamento anonnimo...con un 'Mi Piace'...tutto sommato immeritato...è una pagina appena abbozzata...diciamo che si può dedicare alla scrittura...

E' un'attività, la mia, subordinata e complementare...piuttosto una passione...coltivata in ore notturne...

Sono i primi passi...è giusto presentarsi anche sotto questa veste...

Non ho trovato contatti utili con editori...qualcuno si è allontanato temendo la diversità del pensiero...qualche altro è stato distolto...qualche altro ancora l'ho allontanato io perchè non voglio condizionamenti di sorta...

Ho scelto la piattaforma di Amazon perchè è l'unica che non prevede la cessione dei diritti...e io sono intenzioanta a non cederli a nessuno...

Ho esaminato proposte negoziali editoriali...non sono soddisfacenti..mi sono sembrate delle gabbie...clausole di cessioni di diritti senza corrispettivi e a tempo indeterminato e per di più con esclusiva ...non accettabili...rischio di impresa zero...compensi per l'autore minimali e distanziati oltremodo nel futuro...l'autore diventa un personaggio soggetto ad un imprenditore che tale non è perchè non vuole il rischio di impresa...

Lo schema negoziale è parallello ad un affitto: ti do lo sfruttamento commerciale della mia opera, per un intervallo di tempo determianto, con una regolamentazione equilibrata che tuteli entrambi..

La mia esperienza è piccolissima per cui non ho una visuale ampia: forse editori, economicamente più potenti, si adeguano allo schema giusto..

Altro punto importante : l'autore deve tendere a dare un contributo intellettuale..se tenderà subito al profitto si squalificherà...

 Va bene seguire i gusti del pubblico ma entro certi limiti...

Si rischia di non dare più nulla che serva ..di bello e di buono...che lasci una piccola traccia....

L'abusivismo informatico e di altro genere

 

Va combattuta ogni forma di abusivismo, anche informatico.

La normativa sul diritto di autore prevede una proteziona legale: se non vi è consenso dell'autore nessuno può utilizzare e publicizzare l'opera, tramite l'uso di mezzi di vario genere, anche informatici...

Non è consentito l'abusivismo tramite siti one line non autorizzati ..fatti salvi  legami contrattuali regolari, da dimostrarsi documentalmente, con il sito autorizzato a farlo, secondo gli schemi approvati in precedenza dall'autore.

I depositi legali , tramite l'invio dell'opera alla Biblioteca Nazionale di Firenze e alla biblioteca civica del luogo di residenza entro sessanta giorni dalla sua pubblicazione, sono imposti dalla legge e proteggono sia l'opera sia l'autore.

 

Un canale per autori indipendenti

 

E' un'idea . Io non sono in grado di farlo su Youtube. Non ne ho le possibilità materiali , ma sarei lieta di ospitare altri autori di postare sul blog ( che non parte ) i loro contenuti e le loro sinossi. Tutto molto artigianale e sotto forma di tentativo...ma a volte riesce...saluti cm

PS:.ovviamente dovrò dapprima leggere i contatti e poi dare il via alla pubblicazione sul sito...

La scelta del libro

 

Non sono esperta. Presumo che ciascuno debba rivolgersi ad una categoria ben precisa e ben delineata. Per questa ragione occorre specificare la categoria del libro.

Sui siti ...troverete tutto ciò che serve.

Io ho anche un'altra idea e qualche suggerimento in più.

E se la smettessimo di vedere solo il marketing ? Io finora non ho visto tanto, sotto questo profilo, ma qualche consiglio è giusto seguirlo : frequentare i social con la propria identità...fare varie proposte..rinnovare gli scritti riproponendoli...fare un'appendice che farò...individuare il pubblico ...ecc. ecc.

Io sono partita da un'altra visuale : io ho voluto dire ciò che avevo e ancora ho da dire...questo significa affacciarsi all'esterno...sempre con correttezza e rispetto della mia professione...

Avevo da dire...e mi pare che ho esternato abbastanza... 

A questo punto la comunicazione si estende e può assumere diverse forme, non solo quella del libro...anche questa, su un sito particolare...

Se non si cerca il marketing , come primo approdo , a mio avviso si percorre una strada giusta...

Si esprima chi ha qualcosa da dire...tutti gli altri apprezzeremo...

L'autore, pur di primaria professione, si debilita , se obbedisce supinamente ad esigenze di superproduzione...

E' inevitabile...ma sopravvivere è necessario...per carità...cercate una via di mezzo che congiunga il vlaore della scrittura e le esigenze economiche...

"Ninì" e anche il "Sito dei Piccoli" sono stati letti, sia pure senza guadagno...

La saggistica è stata diffusa tra i miei colleghi, presumo i più giovani, e qualche altro ( noto prelievi costanti su qualche sito estero ...e ne sono contenta ).

Ho ottenuto un risultato, parziale: la diffusione di ciò che avevo e ho ancora da dire, bello o brutto che sia , valido o meno...vi sembra poco?

 

Saluti , cm

L'audiolibro

 

Non ho tempo e non ce la faccio. Mi chiedo le ragioni del successo di questa forma di comunicaizone. La voce di un narratore è calda , fa compagnia , risveglia in noi ricordi e idee suggestive.  

Mi sono soffermata , in un'occasione, ad osservare il mio genitore anziano, molto anziano.

Di norma continuava a fare lezione, come ha fatto tutta la vita...qualcuno non capiva...

Sulla poltrona , ritenendo di non essere osservato, da ultimo amava le trasmissioni per i ragazzi, anche i cartoni...

Il suo viso esprimeva serenità e gioia...era trasferito in un altro mondo consolatorio , senza il peso della vecchiaia...

Ecco il narratore supplisce o può supplire ad una grave carenza dei nostri tempi...la solitudine di chi non ha famiglia, dell'anziano e forse anche dei piccoli...senza dimenticare i cuccioli...alcuni di essi, particolarmente amati, osservano alla tv i loro simili...si pensi ai cagnolini della nota favola della carica dei 101...

Il libro testimone dei nostri tempi

 

In misura maggiore o minore un libro rappresenta una nostra concezione e una visione anche di altri tempi rapportata ad oggi.

Il libro ha anche il compito di suggerire e di "denunciare" problematiche e difficoltà di ordine sociale...evitare questi temi è infruttuoso...

Il libro come contenitore dei contenuti più disparati

 

A mio avviso , occorre riacquistare questa prospettiva e lasciare la prospettiva dell'editoria come businness.

Mi spiego meglio: la scrittura serve per dire , se si ha qualcosa da dire, sulla base della propria personalità, esperienza di vita e sulla base della propria sfera intima, composta di spiritualità ed emozioni.

Questa è la base indispensabile, alla quale si può aggiungere un risultato economico, solo eventuale e non ricercato come fine primario. 

La comunicazione, nel mio caso, è stata accresciuta dalla scrittura, ma si tratta solo di un'occasione.

La mia professione rimane fondamentale . 

Io non sono un editore, ma solo editore di me stessa , in vista dell'attuazione degli intenti che derivano dalla mia persona e dalla mia professione.

Per questa ragione le finalità, che emergono dal sito, rimangono le direttrici principali.

  

Video n. 1 ( Narrativa e Saggistica ) You Tube

una presentazione del sito e delle finalità comunicative dell'autrice ....un sonoro intelleggibile ma disturbato

Il link del video n. 2 su You Tube di " Narrativa e Saggisitca"

https://www.youtube.com/watch?v=iT82Uo7KW_Y&list=PLOmxkC7CGC1vY5fRBPFgn_vMSMOdZ-qqJ

Narrativa e Saggistica ( Video n.2)

descrizione dei temi trattati con la saggistica e la narrativa

Non è stato inserito alcun video

alcuni esempi di cartacei....derivanti dal sito

Commenti sul pensiero del giudice Livatino

Narrativa..."Nini - Ninì"

Libro..."Il Sito dei Piccoli"

Narrativa e Saggistica ( Video n. 3)

https://youtu.be/O6kYEcC8xwg

Narrativa e saggistica ( Video n. 3)

Problematiche Giustizia

 Considerazioni estemporanee

Gli editori, a mio avviso, devono limitarsi a pubblicare, con qualche suggerimento di impostazione grafica. 

L'editore non è lo scrittore . Tramutare un libro , perfezionarlo per il pubblico e per lasciare una migliore traccia , può corrispondere a intenti commerciali e a intenti nobili, ma determina una commistione ( a mio avviso indebita ) tra le figure dello scrittore e dell'editore. Ciascun scrittore deve mantenere l'originalità della propria opera, anche a costo che la stessa sia imperfetta, meno gradita al pubblico e di minor valore in assoluto. 

saluti cm

 Pagina FB del Sito

https://www.facebook.com/2616907088381254/photos/2616909761714320/

Il Delfino Rosso del Gruppo di Narrativa e Saggistica su F.B.

 Anteprime

Saggistica: le Lettere ad un Collega denotano dei proponimenti , circa la figura del singolo magistrato, all'interno dell'organizzazione della giustizia; i Commenti, sul pensiero di Livatino, approdano ai valori etici della professione, ai livelli massimi; i saggi , Magistratura Divisa e Magistratura e Potere Politico, raccontano delle divisioni e delle lacerazioni, interne alla categoria, della vicinanza alla politica e del rischio di assunzione di una mentalità, incompatibile con l'esercizio della giurisdizione. 

 Disinteresse

Desta stupore e tristezza il disinteresse del grande pubblico anche al prelievo gratuito.

E' sintomatico. Accodarsi a critiche, sovente devianti, senza alcuna informazione e senza riflessione personale, costituisce un segno negativo dei tempi attuali.

La Ragazza e la Ciacola ( Trilogia - Seconda Edizione )- Grafica di Ramona Merlo

Tanino ( Seconda Edizione) - Grafica di Ramona Merlo

Narrativa e saggistica ( Video n. 4)

https://youtu.be/8Bo3ns-MDg0

narrativa e saggistica ( Video n. 4)

Problematiche Giustizia

Riforma del Csm, una proposta per evitare lo strapotere delle correnti

Firenze Post- Giornale one line In Terris 

"La magistratura è ad un bivio. Si tratta di una strada difficilissima da intraprendere. Tutti i magistrati sono chiamati alla ricostruzione del sistema e con esso , in via indiretta, del servizio attinente alla Giustizia. Allo stato, il sistema correntizio è presente in tutte le istituzioni e indirettamente permea il servizio. La politicizzazione assorbita attraverso questo sistema è profonda nell’ambito dell’organizzazione dell’attività giurisdizionale. Esistono gli stessi orientamenti politici, che si registrano nel paese. Devono essere evitate vicinanze ad organizzazioni esterne. Le battaglie per la garanzia dei diritti fondamentali della persona sono pienamente legittime, a condizione che vi sia distanza dalle formazioni politiche, portatrici di interessi particolari. Inevitabilmente tutto ciò può determinare un’influenza sul servizio. L’odierna vicenda, che riguarda il CSM e tanto clamore suscita, è solo un indice di un sistema complessivo e come tale va considerata. Isolare il fenomeno vuol dire non sdradicare le correnti, di struttura similare a quella partitica. Ai vertici si realizzano tensioni politiche: le sostituzioni dei consiglieri determinano cambiamenti inevitabili negli equilibri e negli assetti politici. Ecco la vera ragione per cui una certa parte della politica chiede lo scioglimento del Consiglio. Una sola finalità emerge: assicurare equilibri, altrimenti compromessi dalle vicende di questi giorni e dalle inevitabili sostituzioni. Con il rinvio ad elezioni suppletive il sistema si perpetuerà e non cambierà, se non in minima parte, ma è essenziale consentire la prosecuzione delle attività ordinarie. Provvedimenti immediati da assumere: scindere i legami esistenti tra gli attuali componenti, laici e togati, e, rispettivamente, i partiti e le correnti di provenienza. Questa misura finora non è stata presa in considerazione. Altra proposta sarebbe determinante: la rotazione, tra i magistrati presenti nell’ufficio, nel gestire periodicamente la dirigenza dell’ufficio. Assicurerebbe molto, ovverossia l’imparzialità e imprevedibilità della decisione giudiziaria, e, nel contempo, debellerebbe o colpirebbe al cuore il potere correntizio. E’ necessario anche un immediato intervento normativo, circa le modalità elettorali del CSM. Al riguardo devono essere risolte le problematiche di compatibilità con il disposto costituzionale. Da più parti si auspica il sistema del sorteggio. La proposta può essere temperata, tramite l’indicazione di requisiti predeterminati, di natura obiettiva, basati sull’attività svolta dai singoli, con esclusione a priori di interferenze politiche. Si richiedono atti di volontà del Consiglio attuale e un intervento riformatore normativo, ispirato ad assicurare la terzietà del potere giudiziario , con esclusione , in via assoluta, degli interessi delle aggregazioni politiche. Gli unici, davvero in grado di formulare proposte e di dare pareri sono i magistrati italiani. La base va interpellata in modo diretto, senza passaggi intermedi. I singoli magistrati sono in grado di aiutare il paese , ma devono essere presi in considerazione. Di fatto questo non è mai avvenuto. Il pubblico non conosce le loro problematiche e le esigenze del servizio, se non in minima parte, attraverso i comunicati degli organi rappresentativi, istituzionali e sindacali. cm"