Saggistica: " IL PROGRAMMA DI UNA CANDIDATO IDEALE"...lineamenti essenziali per nuovi percorsi...

Estratto

"

Programma di un candidato ideale

 

 

 

Perché scegliere questo titolo? La risposta è semplice. Un candidato che programmi liberamente le proprie future iniziative può essere solo un candidato immaginario, senza vincoli determinati dalla situazione concreta o, molto più banalmente, da stretti vincoli che lo legano a coloro che lo propongono, assicurandogli a priori un esito probabile, sulla scorta di dati numerici, tratti dalle c.d. sacche di voto. La realtà offre queste sole possibilità. Su un piano concettuale dovrebbe valere la regola di segno opposto. Un candidato si sceglie un programma e si propone. Dovrebbe essere così. Tutti abbiamo bisogno di idealità; vale la pena esporre un programma elettorale, solo su un piano esclusivamente astratto, senza alcuna finalità, legata al raggiungimento di un risultato concreto.

 

La mia vita professionale è legata ad un percorso interno alla magistratura italiana per cui le tematiche che la riguardano, o che alla stessa siano strettamente correlate, necessariamente mi sono familiari.

 

Un programma, qualunque esso sia, s’inserisce sempre in un contesto più ampio, da cui occorre partire, per esplicare appieno le finalità programmatiche che si propongono all’esterno.

 

Proverò a cimentarmi nella trattazione di una pluralità di argomenti che suscitano sempre interesse anche nel pubblico. In quest'ottica richiamerò concetti basilari e semplici, scontati, solo su un piano teorico. Il linguaggio sarà lineare il più possibile. "

 

 

 

 

 

 

 

la grazia deve accompagnare ogni proponimento

Magistratura Divisa ( verso il futuro ) - estratto -

"Le correnti in magistratura come sono nate ? Non sono molto ferrata al riguardo, anche perchè non ne ho mai frequentata nessuna, avendo sempre rifiutato l'iscrizione ad una di esse. E' un'opera ardua quella cui mi accingo: l'analisi del passato, necessaria per l'individuazione delle linee direttrici da seguire in futuro..."

l'immagine che accompagna l'ultimo scritto ...trovato sui mercatini....un bellissimo bavaglino realizzato secondo un uso tipico della giurisdizione straniera

Caino ed Abele ( l'atto dell'uccisione )

Magistratura e Potere Politico ( estratto )

"...I confini, in termini giuridici, tra il potere giudiziario ed il potere politico, su un piano concettuale di dottrina giuridica, sono chiari, demandandosi al primo, quale derivazione della sovranità popolare, l'amministrazione della res pubblica e al secondo, l'amministrazione della giustizia, quale espressione di un'applicazione rigorosa e tendenzialmente obiettiva delle regole di diritto, in ciascuna controversia, che riguardi posizioni di diritto soggettivo, di natura pubblica e privata..."

Estratto Giornale One Line In terris 20/10/2018: " Toghe Politicizzate : Il vento sta cambiando "

" Come penetra l'attività della magistratura nel tessuto civile ? In vari modi. La modalità principe, connaturata al sistema, è rappresentata dalla giurisdizione , tipizzata tramite il modello della terzietà ..."

Estratto : Giornale One Line " In Terris" 3/08/2018 ( Magistratura - Troppa Corrente )

" La cerimonia risale a qualche giorno fa . Nella sala visi limpidi , pieni di idealità , con una dose inevitabile di inconsapevolezza . In mezzo a loro il presidente Mattarella. Nel suo discorso ha rammentato i doveri del magistrato di attenersi alla sobrietà.........Nella sala si sono alzati moniti per tutti i magistrati , allorchè il Capo dello Stato ha fatto riferimento alle tematiche dell'associazionismo giudiziario. Ribadire i concetti legati alla libertà di associazione è valso un tutt'uno: il richiamo al dibattito culurale sviluppatosi tra le anime interne alla magistratura.......I riferimenti , immediatamente successivi, al dovere di evitare faziosità e schieramenti.......Sono pericoli, di una certa entità, derivanti dai rafforzamenti organizzativi dei gruppi correntizi della magistratura e da possibili prospettazioni di inquinamenti di provenienza politica...Occorre porre allo studio possibili soluzioni....Basti pensare alle grandi trasformazioni in atto e al ruolo futuro della magistratura nel contesto sociale."

Estratto Giornale One Line " In Terris" 10 /09/2018: "Se i magistrati diventano politici"

"... divisioni della magistratura portano lacerazioni e rivalità, inacettabili...Non va tralasciato un effetto molto più devastante : il cambiamento di mentalità...Il pensiero associativo, dichiaratamente improntato a scelte di opportunità politica, può incidere sull'altro versante ? ...Cosa fare per uscire da questa situazione...Si deve dare fiducia alla nuova magistratura. I giudici di nuova generazione stanno componendo un nucleo puro..."

Estratti del Giornale One Line In Terris

24 /09/018 - "La Politica resti fuori dal C.S.M. "

 

25/09/2018- Mattarella: "Giudici non siano influenzati dai media ".

 

27/09/201- "Ermini Nuovo Vice Presidente"

Estratto Giornale One Line del 4/10/2018 : Sorteggio : più dubbi che certezze.

"Il sistema del sorteggio non va demonizzato. La magistratura è soggetta a divisioni...Ridicolizzare la proposta, in tal senso formulata da taluni magistrati, non è costruttivo...Questa cornice va tenuta in considerazione...Detto questo, seriamente e fruttuosamente occorre chiedersi se vi sono possibilità concrete in tal senso..."