cenni biografici dell'autrice

giovane ventenne

nativa calabrese (  Tropea, ( VV ), 24/05/1955 )  ..vive nell'Italia del Nord, nella città di Torino,  dall'età infantile...la passione per la scrittura è riservata ad uno spazio di tempo limitato ..esercita  la propria professione nel settore della Giustizia dal 1981...

La personalità dell'autore non va descritta...si lascia alla lettura dei testi la comprensione...l'esperienza di operatore del diritto è determinante ma ancor più lo sono le origini e l'estrazione familiare. Razionalità e passionalità congiunte possono dare buoni frutti, dando luogo ad un'analisi dell'esterno , attenta e sentita con una percezione immediata, che si rivela alla mente progressivamente.  Alla base solo sentimenti positivi e di apertura all'esterno possono plasmare la persona nella sua intierezza . La gioia di vita che si legge negli occhi della giovane non si spegne mai.

La giovinezza

Immagini

Vi era già tutto ma non compreso appieno. La maturità intellettiva non sminuisce mai l'energia interiore e la voglia di proseguire il percorso . Si legge negli occhi delle persone un desiderio autentico di entrare in contatto con l'altro e di palesare la propria anima. Il contatto in realtà è rarissimo e quando avviene non va sprecato nè spento. E' una forma di comprensione che non si può descrivere. Esiste un livello diverso, molto più profondo. Può essere determinato dalla frequentazione di vita oppure da un'insolita convergenza naturale tra due esseri umani.

Amore per la propria vita

Parole di Francesco : siate innamorati della vita e fate in modo che la vostra non sia un fallimento, superando difficoltà e tristezze , come momenti connaturati all'esistenza. Non si tratta di manifestazioni di egocentrismo, ma di necessaria affermazione del proprio "Io" e di comunicazione fondamentale verso gli altri. Questo è alla base di ogni prospettiva futura di benessere collettivo.

solo per conoscersi

temperamento volitivo

la professione che si sceglie , amandola, è una parte molto importante della nostra vita

un commento

La mia professione è una ragione di vita e le esperienze tratte dalla stessa emergono da quanto ho pubblicato . Questo vale comunque , al di là del valore degli scritti. Basta aggiungere che nella professione si riflette la persona ; la sottoscritta è  stata cresciuta in un humus familiare, fondato sui valori tradizionali e, allo stesso tempo, sulla libertà delle idee , da tutelarsi ad ogni costo e in tutte le situazioni. Spero di mantenere fede sempre a questo insegnamento basilare, innanzitutto di dignità personale. Non seguire convenienze o opportunità ha un costo , peraltro minimale a fronte del senso di solidità individuale , che ci deve sempre accompagnare nel prendere posizione di fronte alle scelte di vita.    

chiarimenti

Il mio percorso di vita , di giovane donna , di moglie e madre e di magistrato è simile a quello di tanti altri. Non approfondisco le tematiche del percorso professionale perché non lo ritengo opportuno e utile in questo contesto. Solo per questa ragione i cenni biografici sono limitati : da un lato , il privato , ordinario, tradizionale e solido, e , dall'altro , la professione, tanto amata. Posso aggiungere che il pubblico in genere non conosce né  la pesantezza di questo lavoro , in termini di dedizione di fatiche e di tempo, né i pericoli , di varia provenienza , di questa professione. In tutta sincerità e onestà.  

Questa professione segna la vita ( per i miei colleghi più giovani )

E' indubbio. Avanzando negli anni , abbiamo il dovere di mantenere intatti freschezza, aspetto , spiritualità e, con tutto questo, la speranza di un futuro migliore. E' un dovere , per i nostri figli e per coloro che verranno dopo di noi. Ma quanta amarezza...e quanta fatica. Il positivo è frammisto al negativo. E' inevitabile in ogni settore e in ogni occasione della vita. Talvolta il grigio prevale e si fa fatica a vedere il bianco. C'è sempre . Dobbiamo sforzarci, anche quando sembra che nessuno più usi la lealtà e la trasparenza. Vi sono sempre ragioni che  oltrepassano le nostre individualità. Unica condizione è costituita dalla testimonianza del vero, in ogni fase del percorso. Altra condiizone : la bontà e la benevolenza..basta mettersi nei panni altrui. Le personalità dominanti, di entrambi i generi, sono in realtà deboli e si areneranno, senza lasciare traccia. Andiamo avanti , con umiltà e con grande fermezza .

Saluti, cm